Dal Governo tre nuovi provvedimenti su sviluppo, apprendistato e sicurezza sul lavoro

Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera al "decreto sviluppo", allo schema di decreto legislativo sull'apprendistato e ad un nuovo regolamento sulla sicurezza sul lavoro.

Nella seduta n.138 del 05/05/2011, il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera a tre nuovi provvedimenti su sviluppo, occupazione e sicurezza sul lavoro.

Il primo via libera riguarda il c.d. "decreto sviluppo", un decreto-legge che prevede diverse misure finalizzate allo sviluppo e al rilancio dell’economia: 

  • il riconoscimento di un credito d’imposta in favore delle imprese che investono in ricerca;
  • il riconoscimento di un credito d’imposta per incentivare l’assunzione a tempo indeterminato di lavoratori svantaggiati nel Mezzogiorno;
  • l'istituzione nei territori costieri dei distretti turistico-alberghieri per rilanciare l’offerta turistica nazionale;
  • semplificazioni procedurali per accelerare la realizzazione delle opere pubbliche anche d’interesse strategico nazionale (grandi opere);
  • riduzione degli oneri burocratici, anche concernenti la normativa sulla privacy;
  • numerosi interventi di semplificazione fiscale in favore di imprese e cittadini;
  • semplificazione e rilancio delle attività imprenditoriali, con particolare riguardo al settore del credito;
  • fondo per il merito nel sistema universitario;
  • piano triennale per l’immissione in ruolo del personale della scuola;
  • istituzione dell’Agenzia nazionale per la regolazione e la vigilanza in materia di acqua, organismo indipendente a tutela dei cittadini utenti, con compiti di regolazione del mercato nel settore delle acque pubbliche e di gestione del servizio pubblico locale idrico integrato;
  • misure per garantire l’operatività del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco.

Nella stessa seduta è stato approvato lo schema di decreto legislativo che disciplina l’apprendistato come contratto di lavoro a tempo indeterminato, finalizzato all’occupazione e alla formazione dei giovani. Con il decreto il Governo attua la delega conferitagli dalla legge n.247 del 2007 in materia di previdenza, lavoro e competitività per favorire la crescita.  Sul testo sarà sancita l’intesa in Conferenza Stato-Regioni e acquisito il parere delle Commissioni parlamentari.

Sempre su proposta del Ministro Sacconi, è stato approvato nella stessa seduta lo schema di regolamento dedicato alla tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori impiegati in contesti ad elevato rischio infortunistico; il provvedimento interviene  in seguito ai gravi e ripetuti infortuni che si sono verificati negli ultimi anni, malgrado la presenza di una specifica regolamentazione. Sul testo verrà acquisito il parere del Consiglio di Stato e della Conferenza Stato-Regioni.

FONTE: Governo