Eurostat: a marzo disoccupazione stabile in area Euro

La disoccupazione in Europa a marzo nell'area euro è rimasta stabile al 9,9 per cento: lo ha riferito oggi Eurostat, l'ufficio europeo di statistica. Si registra un lieve decremento rispetto a un anno fa in cui si attestava al 10,1%.

Nell'Unione europea  a 27 la percentuale dei disoccupati, sempre a marzo, è stata del 9,5%, anche in questo caso stabile rispetto a febbraio, mentre un anno fa era stata del 9,7%. In Italia il tasso di disoccupazione si attesta all'8,3%.

Secondo l'ente di statistica comunitario nell'intesa Ue si contano 22 milioni 828 mila disoccupati, di cui 15 milioni 596 mila nell'area euro. La situazione appare comunque migliorata rispetto a un anno fa: in questo caso i disoccupati in meno sono 291 mila nell'Ue a 27 e 260 mila nell'area euro.

I livelli di disoccupazione più elevati si sono registrati in Spagna (20,7%), Lituania (17,3% sul quarto trimestre 2010) e Lettonia (17,2% sempre sul quarto trimestre); i più bassi in Olanda (4,2%), Austria (4,3%) e Lussemburgo (4,5%).

Per quanto concerne il tasso di disoccupazione giovanile, nei Paesi dell'euro si è attestato al 19,8% e nell'Ue al 20,7%. In Italia è invece al 28,6%. Anche in questo caso la percentuale più alta risulta quella della Spagna (44,6%)

 

Scarica il comunicato Eurostat