Istituita la Banca del Mezzogiorno

L'idea di istituire nel mezzogiorno una banca a vocazione territoriale per sostenere il credito e bilanciare il rapporto tra impieghi e depositi tra le diverse aree del Paese

Per creare le condizioni finanziarie per un riequilibrio economico dell’intero territorio nazionale, per un rapporto più bilanciato fra impieghi e depositi nelle diverse aree del Paese e per fare fronte ai problemi strutturali che tuttora incidono sul credito nel Mezzogiorno, venerdì 16 ottobre è stato approvato dal Consiglio dei Ministri il disegno di legge che istituisce la Banca del Mezzogiorno per il piccolo e medio credito.Tre le direttrici fondamentali su cui si basa il nuovo intervento: incrementare la capacità di offerta del sistema bancario e finanziario del Mezzogiorno; sostenere le iniziative imprenditoriali più meritevoli; canalizzare il risparmio verso iniziative economiche che creino occupazione nelle Regioni meridionali.Al Comitato promotore è affidato il compito di avviare le iniziative necessarie al concretizzarsi dell’intervento ed a riferire al Ministro dell’economia circa modi e fattibilità dell’iniziativa. Il disegno di legge si inserisce nella politica e nella strategia del Governo per il Mezzogiorno, ma non la esaurisce. Fonte:Palazzo Chigi