Nei CPI della provincia di Padova si comunica anche attraverso la lingua dei segni

Si è concluso nei giorni scorsi il corso che ha insegnato agli operatori dei Centri per l’Impiego della Provincia di Padova la lingua dei segni - LIS - e la cultura delle persone sorde. Si tratta di un progetto pilota, realizzato dalla sezione locale dell'Ens (Ente nazionale sordi) e dalla Provincia di Padova, che ha l'obiettivo di garantire la piena accessibilità a quella fascia della popolazione cui finora era perlopiù precluso l'accesso autonomo ai servizi per l’impiego. L'iniziativa, tra le prime di questo tipo a livello nazionale, è stata accolta in modo molto positivo dal personale. "Gli impiegati dei Cpi rappresentano il primo contatto con l'utente sordo che si rivolge allo sportello per la ricerca di un lavoro - spiega il presidente della sezione provinciale dell'Ens Marialuigia Biffi - per questo il personale ha la necessità di possedere strumenti comunicativi visivi idonei alla particolare disabilità". Fonte:superAbile Inail