Rafforzamento della capacità di attuazione dei Fondi SIE da parte degli Enti Locali

Adeguare le competenze del personale degli enti locali
Obiettivi specifici: Sviluppare la capacità degli enti locali nella programmazione e gestione dei programmi e progetti cofinanziati con fondi SIE
Risultati attesi: Qualificazione del sistema degli EELL
Attivita: Coerentemente con quanto previsto nell’ambito del PO FSE - Obiettivo specifico 11.6 e nel PRA, la linea intende fornire un contributo per il rafforzamento della capacità amministrativa degli enti locali in tema di attuazione di programmi e progetti finanziati con Fondi SIE. Nei documenti programmatici siciliani emerge l’esigenza di proseguire e sviluppare l’azione di adeguamento di competenze e processi organizzativi rivolta agli Enti locali, poiché permangono ancora difficoltà e criticità diffuse a livello locale sia per quanto riguarda la capacità di progettazione  sia per quanto riguarda la capacità di attuazione degli  interventi e rendicontarne i risultati in termini sia di spesa che di prodotti realizzati. Il rafforzamento della capacità amministrativa di progettazione, gestione, attuazione  e rendicontazione degli interventi a valere sui Fondi SIE da parte degli EELL, è elemento discriminante rispetto al successo della intera programmazione regionale stante la massa di risorse che vede gli enti locali siciliani quali beneficiari finali di un corposo e rilevante dal punto di vista finanziario ,numero di azioni . La linea sarà sviluppata attraverso la realizzazione delle seguenti azioni:

2.5.1 Realizzazione di percorsi specialistici

2.5.2 Realizzazione di formazione “obiettivo”

2.5.3 Punto di contatto

Articolazione:

2.5.1 Realizzazione di percorsi specialistici

Attraverso quest’attività si intende realizzare un progetto formativo di tipo avanzato finalizzato a sviluppare le competenze necessarie alla progettazione e attuazione di interventi cofinanziati dai Fondi SIE, nonché utile per l’analisi dei meccanismi organizzativi e procedurali di attuazione di tali interventi, in un’ottica di miglioramento continuo della capacità amministrativa degli EELL siciliani.

La modalità didattica proposta è quella integrata, con momenti in presenza, configurati come seminari, laboratori, focus group e momenti di formazione a distanza. L’attivazione dei percorsi specialistici prevede in ordine di tempo tre step distinti:

1) Strutturazione del  processo di rilevazione dei fabbisogni formativi;

2) Elaborazione del piano formativo;

3) Erogazione dei percorsi formativi per fabbisogni e target omogenei.

La metodologia di analisi di ricognizione del fabbisogno prevede due  livelli e altrettante e distinte modalità di rilevazione.

Il primo livello di analisi è teso ad individuare prioritariamente (ma non esclusivamente) il fabbisogno esplicito connesso ai contesti organizzativi analizzati, il secondo è connesso invece alla rilevazione del fabbisogno strategico (derivante per es.da contenuti e analisi\valutazioni  Fondi Sie) .

Per i due livelli di analisi si propongono modalità di rilevazione differenziate, il fabbisogno esplicito sarà rilevato  attraverso  la strutturazione di focus group e\o la somministrazione di questionari presso amministrazioni locali (attività strutturata su almeno 6 amministrazioni locali, campionate per classe di popolazione e focalizzata principalmente  sui settori dell’amministrazione che si interfacciano con le strutture regionali in relazione ai  contenuti ,alle regole ed alla gestione di operazioni finanziate da fondi SIE), e attraverso la messa a disposizione on line di uno strumento di rilevazione del fabbisogno, aperto alla intera popolazione da rilevare .

La rilevazione del fabbisogno strategico si effettuerà attraverso la realizzazione di focus group  che prevedono il coinvolgimento dei  livelli decisionali\dirigenziali delle strutture regionali impegnate nel processo programmatico e attuativo dei Fondi SIE e di testimoni privilegiati (associazioni di rappresentanza degli enti locali, ecc…) .

La conclusione del primo step di attività previste consentirà di elaborare il piano formativo sia nei  contenuti che  nella strutturazione modulare dei due percorsi corsuali programmati.

Articolazione dell’intervento

I percorsi specialistici intendono rafforzare competenze e trasferire strumenti e soluzioni operative improntate a criteri di efficacia, trasparenza e semplificazione allineando le conoscenze dei partecipanti. Ciò al fine di favorire lo sviluppo di capacità tecnico-specialistiche in grado di affrontare le principali criticità connesse a tutte le fasi della gestione degli interventi a valere sui Fondi SIE. L’attività formativa prevede l’articolazione di due percorsi specialistici con destinatari differenziati in relazione alle funzioni e ruoli ricoperti all’interno dell’organizzazione di appartenenza. Percorsi specialistici destinati prioritariamente ai livelli dirigenziali\apicali e percorsi destinati ai livelli intermedi dell’amministrazione locale. Ogni percorso sarà costruito intorno a moduli tematici autoconsistenti,  in grado cioè di garantire il trasferimento di competenze\conoscenze, anche attraverso la partecipazione ad uno solo dei moduli previsti dal percorso.

I contenuti formativi, previsti per ognuno dei due percorsi, pur prevedendo un alto grado di omogeneità, potranno differenziarsi, sulla base di specifici fabbisogni espressione diretta di poli territoriali e\o aggregazioni amministrative diverse. Con l’obiettivo di facilitare la partecipazione ai percorsi e strutturare contenuti formativi quanto più aderenti alle esigenze emergenti, le attività saranno realizzate presso 14 “nodi territoriali”, omogeneamente distribuiti sul territorio regionale,  individuati dalla regione, e presso i quali, fisicamente, si svolgeranno le attività in presenza. La modalità didattica in presenza sarà integrata da momenti di formazione a distanza. Tali momenti saranno seguiti da tutor didattici che scandiranno i tempi di apprendimento, assisteranno i partecipanti nell’uso delle tecnologie utilizzate, verificheranno l’attiva partecipazione ai percorsi. Per l’attività di formazione a distanza verrà utilizzata la piattaforma Open Source Moodle in uso presso Formez PA.

Seminari di promozione e sensibilizzazione

Si prevede la realizzazione di seminari (provinciali) per la presentazione\promozione delle attività, attraverso cui illustrare i percorsi specialistici, le modalità di realizzazione, le metodologie adottate. I seminari sono  finalizzati  a sensibilizzare amministratori e dirigenti degli enti locali , favorire la partecipazione ed il coinvolgimento degli uffici comunali e migliorare l’efficacia complessiva dell’azione.

2.5.2 Realizzazione di formazione obiettivo 

I percorsi specialistici pur rappresentando la parte più consistente (sia in termini di risorse umane che finanziarie impiegate), non esauriscono del tutto l’offerta di accompagnamento agli enti locali prevista dalla linea. Si evidenzia che le attività esposte scaturiscono da un percorso di rilevamento dei fabbisogni che ne determina direttamente i contenuti erogati. Si prevede, altresì, l’erogazione di attività in risposta ad  eventuali esigenze formative non previste\preventivate ed emergenti in corso di realizzazione. A tale domanda, coerente con gli obiettivi specifici di progetto e nei limiti di disponibilità finanziaria esistenti ,si darà risposta attraverso quella che chiameremo  formazione obiettivo. Questo tipo di attività si caratterizza per dare seguito a necessità specifiche, provenienti da più enti locali, o come esigenza rilevata dall’amministrazione regionale a valle  dell’analisi di rapporti valutativi e di esecuzione dei Fondi SIE, o da particolari esigenze individuate dall’amministrazione e riferibili a necessità connesse  a determinate policy regionali (coesione territoriale, S3 Sicilia,…).Tali esigenze raccolte ed omogeneizzate saranno oggetto di specifici moduli formativi tesi a dare risposte puntuali ad esigenze specifiche manifestate\rilevate. L’attivazione dell’intervento descritto, presenta due vantaggi, da un lato, infatti, favorisce l’integrazione tra le due azioni di accompagnamento e dall’altro permette di ottenere sensibili economie di scala.

Si prevede laddove ritenuto necessario di attivare una serie di servizi di affiancamento e supporto che includono sia momenti periodici di confronto in presenza (laboratori, seminari, casi studio, affiancamento on the job), sia strumenti di informazione, condivisione della conoscenza e interazione “a distanza” (attraverso forum di discussione, webinar, help desk, dossier di approfondimento.

Punto di contatto

Nell’ambito di tale attività, verrà assicurato un presidio che risponde ad esigenze  di natura gestionale di progetto,  quale riferimento di servizio degli enti locali per la gestione ed il monitoraggio delle richieste( informazioni relative alle attività programmate e\o da programmare,…), punto di ascolto di esigenze e fabbisogni provenienti dai territori. D’intesa con l’amministrazione regionale sarà individuata la localizzazione e realizzato il punto di contatto. 

Data Inizio: 
05/12/2018
Data Fine: 
04/06/2021
Destinatari: 

Comune

Ambito Territoriale: 
Responsabile Progetto: 
Committente: