Premio di occupazione, presto operativi i progetti di formazione dei lavoratori sospesi

In corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale il decreto che detta le modalità operative per i progetti volti alla formazione o alla riqualificazione professionale di lavoratori sospesi percettori di sostegno al reddito.

Premio di occupazione, presto operativi i progetti di formazione dei lavoratori sospesi. E’ infatti in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale il decreto che detta le modalità operative per i progetti volti alla formazione o alla riqualificazione professionale di lavoratori sospesi percettori di sostegno al reddito.I datori di lavoro che hanno in atto sospensioni dal lavoro possono utilizzare i lavoratori sospesi, percettori di sostegno al reddito, in progetti volti alla formazione o alla riqualificazione professionale, che possono includere attività produttiva di beni o servizi connessa all'apprendimento.Possono essere inseriti nei progetti: lavoratori sospesi in cassa integrazione guadagni ordinaria (CIGO) ai sensi della legge n. 164/1975; lavoratori sospesi in cassa integrazione guadagni straordinaria (CIGS) ai sensi della legge n. 223/1991; lavoratori sospesi a seguito di stipula di contratti di solidarietà ai sensi dell'articolo 1 del decreto-legge n. 726/1984, convertito con modificazioni nella legge n. 863/1984; lavoratori sospesi destinatari della cassa integrazione guadagni in deroga; lavoratori sospesi ai sensi dell'articolo 19, comma 1, del decreto-legge n. 185/2008, convertito con modificazioni nella legge n. 2/2009 e successive integrazioni e modificazioni. Il datore di lavoro deve sottoscrivere uno specifico accordo in sede di Ministero del lavoro e, dove previsto, con le medesime parti sociali che hanno sottoscritto l'accordo relativo agli ammortizzatori sociali.Il progetto di formazione o di riqualificazione professionale, predisposto dal datore di lavoro, deve prevedere in modo dettagliato il contenuto della formazione, la durata della stessa, le modalità di svolgimento. A conclusione del progetto formativo deve essere inviata una relazione relativa all'avvenuta realizzazione del progetto formativo, all'elenco dei lavoratori formati e agli esiti dell'apprendimento.Al lavoratore utilizzato nei progetti di riqualificazione è riconosciuto, a titolo retributivo e a carico del datore di lavoro, la differenza tra il trattamento di sostegno al reddito spettante e la retribuzione originaria. L'INPS da canto suo provvede, comunque, ad accantonare, per ogni lavoratore coinvolto nei progetti di formazione o riqualificazione, la contribuzione figurativa prevista dalla normativa per la tipologia di sostegno al reddito di cui è titolare il lavoratore.Fonte: sito web Consulenti del Lavoro