Provincia di Roma: al via il nuovo Sistema Informativo Lavoro (SIL)

Dal 18 gennaio le aziende e i cittadini della Provincia di Roma potranno sperimentare il nuovo Sistema Informativo Lavoro (SIL), la semplice piattaforma tecnologica per la gestione del mercato del lavoro che apporterà molti cambiamenti nell’erogazione dei servizi dei Centri per l’Impiego del territorio provinciale.

A presentare il nuovo look del Sistema l’Assessore al lavoro e formazione della Provincia di Roma, Massimiliano Smeriglio, la Dirigente del Dipartimento III della Provincia, Paola Bottaro, il referente del progetto per ETT srl, Massimo Russo.

Attraverso un processo di rivisitazione e informatizzazione, il nuovo Sistema Informativo permetterà una gestione unitaria delle banche dati. In questo modo, i Centri per l’ impiego provinciali potranno migliorare la loro efficienza nei servizi offerti e monitorare in tempo reale la domanda e l’ offerta ottimizzando la trasmissione dei dati in entrata, mentre aziende e cittadini avranno l’opportunità, a partire da marzo, di interfacciarsi in maniera più semplice con la pubblica amministrazione e di usufruire di maggiori servizi online, come aggiornare direttamente la propria scheda anagrafica, inviare la propria autocandidatura per un’offerta di lavoro ai Centri per l’Impiego, prenotare un appuntamento per un colloquio di orientamento con gli operatori dei centri, aggiornare le offerte di lavoro per le imprese e inserire gli esiti dei colloqui, nel rispetto delle norme sulla privacy. "E’ una semplificazione importante del sistema informativo delle politiche del lavoro dei nostri centri per l’ impiego che permetterà anche di alleggerire il lavoro dei dipendenti e di liberare in questo modo delle nuove energie - ha detto Smeriglio presentando il nuovo sistema di banca dati Sil -. "Quando siamo arrivati i sistemi erano 19 e non dialogavano fra di loro; oggi invece è possibile ridurre gli step burocratici ed interagire in modo veloce e sicuro tra chi cerca lavoro e chi lo offre inserendosi poi nella rete regionale." “Grazie al ricorso alla Legge sul Riuso, ha concluso Smeriglio, questo rinnovamento avviene a costo zero per l’amministrazione.”

Fonte: Romanotizie.it