Regione Lazio: borse di studio ai figli di lavoratori svantaggiati in cassa integrazione o in mobilità

La Regione Lazio concede borse di studio ai figli di lavoratori svantaggiati in cassa integrazione o in mobilità, che abbiano dimostrato particolare propensione allo studio e che abbiano riportato nell’anno precedente una media di voti superiore all’otto.
Le borse di studio ammontano a 500 euro e sono cumulabili con altri interventi diretti al medesimo fine

Possono presentare richiesta di concessione delle borse di studio le persone in possesso di tutti i seguenti requisiti:

  • essere genitori (o tutori) degli studenti interessati dall’iniziativa;
  • risultare beneficiari dei trattamenti di Cig (ordinaria o straordinaria) a zero ore oppure risultare iscritti alle liste di mobilità, da almeno sei mesi nei dodici mesi precedenti la data di presentazione della domanda.

Le borse di studio sono riservate agli studenti con le seguenti caratteristiche:

  • iscritti per l’anno scolastico 2010/2011 alle scuole secondarie di secondo grado statali o paritarie;
  • in regola con la durata legale del corso di studi (condizione non necessaria per gli studenti disabili);
  • fiscalmente a carico della famiglia cui appartiene il soggetto richiedente;
  • con almeno un genitore o tutore, rientrante nelle condizioni indicate dal presente bando;
  • residenti nel Lazio almeno alla data di presentazione della richiesta;
  • che hanno riportato nell’anno scolastico precedente una media superiore a otto decimi; nel caso di iscrizione al primo anno delle scuole secondarie di secondo grado si assume a riferimento la media riportata nell'ultimo anno di scuola secondaria di primo grado;
  • appartenenti a un nucleo familiare con indicatore della situazione economica equivalente non superiore a 35 mila euro.

Le richieste per la concessione delle borse di studio vanno presentate con le seguenti modalità:

  • utilizzo della specifica modulistica messa a disposizione dalla Regione;
  • presentazione della richiesta, completa in ogni sua parte, accompagnata da copia di attestazione ISEE, fotocopia di documento d’identità in corso di validità del richiedente e autocertificazione o documentazione comprovante lo stato dichiarato.

La documentazione va inserita in busta chiusa recante la dicitura “Avviso per le richieste di concessione di borse di studio a figli di lavoratori svantaggiati” NON APRIRE. Va poi consegnata a mano, oppure mediante spedizione postale con raccomandata con ricevuta di ritorno a
Regione Lazio - Direzione regionale "Formazione e Lavoro" - Area DB/05/01 - via Rosa Raimondi Garibaldi, 7 - 00145 – Roma

La scadenza è fissata al 2 dicembre 2011.

[Fonte: Cliclavoro]